evangelici.net - Dal 1996, l'informazione cristiana in rete; collegati al portale! evangelici.net - Dal 1996, l'informazione cristiana in rete; collegati al portale!
NewsStorie di fedeTestimonianza

“Lo Spirito Santo mi ha travolto”: come un designer gay di Hollywood ha trovato la redenzione e la libertà in Cristo

Nuotando nella piscina di Drew Barrymore. In vacanza a casa di Diane Keaton. Andare ai Grammy Awards o scatenare la settimana della moda di Parigi. Questo era lo stile di vita di Becket Cook, e lo adorava assolutamente fino al giorno in cui improvvisamente non lo fece.

Cook scrive di quel momento profondo della sua vita nel suo nuovo libro intitolato A Change of Affection: A Gay Man’s Incredible Story of Redemption.

Cook, uno scenografo di successo nel mondo della moda, si stava mescolando all’élite di Hollywood. Era anche apertamente gay. Nonostante tutto quello che aveva, non era ancora abbastanza.

“Quindi stavo partecipando alla settimana della moda e sono andato a tutti gli spettacoli e ad un sacco di feste”, ha ricordato. “E una sera ero a una festa e ho semplicemente guardato la folla e ho pensato, ‘Non posso più farlo. Questo non lo farò più.'”

Nel suo libro, Cook condivide il modo in cui Dio ha capovolto la sua identità e gli ha portato il tipo di pace e libertà che non sapeva fossero possibili.

Durante un’intervista al The 700 Club Friday, l’ex scenografo di Los Angeles ha condiviso come è stato molestato dal padre di un amico quando aveva 10 anni. Ha spiegato di aver detto a un amico dell’attacco, ma a nessun altro.

“Non l’ho detto ai miei genitori perché sapevo che mio padre lo avrebbe fatto uccidere”, ha detto. “Mio padre era un avvocato davvero potente in Texas e quindi ho pensato, ‘Non voglio davvero che mio padre finisca in prigione per questo.'”

“Non volevo che la gente lo sapesse”, ha detto Cook. “È stata un’esperienza molto vergognosa e non volevo che uscisse”.

Alla domanda se quell’esperienza abbia influenzato la sua sessualità anni dopo, l’autore ha risposto: “Per molti, molti anni, vivendo come un uomo gay, non ho mai pensato che mi avesse influenzato. Ho solo negato che mi abbia influenzato perché non l’ho fatto. Voglio che la mia identità sessuale di uomo gay sia legata a una notte così spaventosa, strana e disgustosa “.

“Ma dopo essere diventato cristiano, mi sono reso conto che quella notte ha avuto un enorme impatto sulla mia sessualità, e su dove sono finito”, ha continuato Cook.

Ha anche detto che si è dichiarato gay con tutti i suoi amici e familiari dopo aver finito il college.

“I miei genitori erano davvero molto adorabili”, ha ricordato Cook. “Ero il più giovane di otto figli, quindi quando sono arrivati ​​a me hanno detto, ‘Oh, sei gay? OK, figo'”, ha detto con una risata. “I miei genitori erano cristiani e credevano che fosse un peccato. Ma erano molto dolci e molto affettuosi”.

Cook ha detto che mentre viveva a Los Angeles, aveva una relazione seria con cinque uomini diversi. Ma si sentiva morto dentro.

“Ero alla settimana della moda di Parigi nel marzo del 2009. Andavo alle settimane della moda a New York e Parigi”, ha osservato. “Ero a questo after-party. Era molto affascinante. C’erano tutti del mondo della moda. Penso che Kanye (West) fosse lì”.

“Così quella notte a Parigi, stavo guardando la folla e ho pensato: ‘Non è questo. Questo non è il significato della vita. Cosa farò del resto della mia vita?'” Si è chiesto.

Poi un giorno stava prendendo un caffè nel suo bar preferito e vide persone con la Bibbia.

“Il mio migliore amico e io finimmo per conversare con loro e la domenica successiva a Hollywood mi invitarono nella loro chiesa”, ricorda Cook. “E ho chiesto loro: ‘Cosa crede la tua chiesa sull’omosessualità?’ E loro hanno detto: “Beh, noi crediamo che sia un peccato” “.

Così Cook andò in chiesa la domenica successiva e ricordò che tutto ciò che il pastore stava dicendo dal capitolo 7 di Romani stava passando per la sua mente e per il suo cuore e che era letteralmente sul bordo del suo posto durante l’intero sermone.

“Poi, dopo il sermone, questo ragazzo a lato della chiesa ha pregato per me. Sono tornato al mio posto e stavo elaborando il sermone, la musica del culto e tutto il resto”, ha detto. “Poi, all’improvviso, lo Spirito Santo mi ha sopraffatto. E Dio mi ha detto:” Io sono Dio. Gesù è mio Figlio. Il paradiso è reale. L’inferno è reale. La Bibbia è vera. Ora sei adottato nel mio Regno. Benvenuto! ” “

Cook ha detto che ha iniziato subito a piangere.

“Era come se un sipario si fosse aperto e ho potuto vedere la verità per la prima volta nella mia vita”, ha spiegato. “Conoscevo il significato della vita per la prima volta nella mia vita”.

Cook ha anche detto che in quel momento sapeva chi fosse. Essere gay non era quello che era.

“Era finita”, ha detto. “Avevo finito con esso.”

LEGGI il resto della storia di Becket Cook in: A Change of Affection: A Gay Man’s Incredible Story of Redemption.

Incoraggiamo i lettori che desiderano commentare il nostro materiale a farlo anche tramite i nostri account Facebook, Twitter, YouTube e Instagram. Dio ti benedica e ti custodisca nella Sua verità.

User Rating: 3.6 ( 1 votes)
The Christian Broadcasting Network

Articoli Correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button